Come ridurre le dimensioni dei video nelle presentazioni


Più gli strumenti a nostra disposizione si sono evoluti nel tempo e più le nostre presentazioni hanno fatto lo stesso. Ricordate le slide di tanti anni fa, cioè quei lucidi in cui si riusciva a spiegare qualcosa solo con un po’ di testo e qualche scarabocchio? Nulla a che vedere con le sofisticate presentazioni di oggi ricche di contenuti multimediali di ogni tipo, in particolare video, e decisamente più attrattive per i nostri interlocutori.

Da qualche tempo ormai, Il trend di usare i video nelle presentazioni sembra essersi consolidato tanto da farne un elemento al quale non si può rinunciare. Certo, per poter inserire dei video in una presentazione occorre avere l’accortezza di realizzare filmati non troppo pesanti, altrimenti ci si troverebbe velocemente a raggiungere misure difficilmente condivisibili sul web o decisamente ingombranti per le nostre pennette USB. Ma oggi questo non è sicuramente un problema perché ci sono programmi - come Movavi Video Converter – che ci consentono di ridurre le dimensioni di un filmato in maniera molto facile e veloce, e soprattutto senza perdere qualità.

Il software include le funzioni di elaborazione di base (messa a punto, taglio, rotazione, stabilizzazione, miglioramento immagini) e supporta tutti i principali formati di file, permettendoci di convertire facilmente anche i filmati salvati sui dispositivi portatili, dagli smartphone alla x-box. Vi rimando alla pagina principale del software per l’elenco delle caratteristiche e delle funzioni utili per inserire i video nelle presentazioni.


Risolvere il problema di spazio per l’inserimento di filmati nelle slide, non significa però che possiamo permetterci di proporre video troppo lunghi! Dobbiamo trovare il giusto equilibrio tra filmati e altri contenuti per dare ritmo e armonia alla presentazione, in modo da trasmettere efficacemente il nostro messaggio, senza rischiare che il pubblico si annoi e perda il filo del discorso.

Quindi, anche se tecnicamente usando Movavi non abbiamo veri e propri limiti, è meglio non esagerare con la lunghezza dei video. Il rischio è di non riuscire a mantenere sempre al massimo l’attenzione e l’interesse, specialmente se l’obiettivo è vendere qualche prodotto. Se il nostro filmato è troppo lungo, prima di comprimerlo, valutiamo se possiamo eliminarne alcune sezioni non strettamente necessarie o poco coinvolgenti e tagliamole con l’editor incluso nel software.


Movavi Video Converter è disponibile sia per Windows che per Mac, è in italiano ed ha un prezzo decisamente a portata di tutte le tasche il che, insieme alla facilità d’uso e alla versatilità, lo rende ancor più appetibile. È comunque disponibile anche in una versione di prova per 7 giorni scaricabile da questa pagina.

Nessun commento:

Spazio dedicato ai lettori

immagini

[immagini][twocolumns]

software e strumenti

[software e strumenti][bsummary]