Caccia all’errore: suggerimenti pratici di comunicazione visiva

By | 16:41 Leave a Comment
di Cristina Rigutto
Un’immagine, se inserita in una diapositiva, dovrebbe essere sempre rilevante, dovrebbe cioè aiutare a chiarire un testo, un’idea. Altrimenti meglio non metterla.
camera
Diapositiva3
slide n. 1
slide n. 2
Le due diapositive hanno lo stesso titolo “messa a fuoco sul colore”, e la stessa immagine, ma  la prima è errata sotto il profilo comunicativo, mentre la seconda è corretta.

Dove sta la differenza? Nella prima slide sotto il titolo “messa a fuoco sul colore” ci si aspetterebbe di trovare una tavolozza di colori, dei pastelli, o qualsiasi oggetto che richiama il colore, non una macchina fotografica. Eppure l’autore di questa slide, mi ha detto di aver scelto quell’immagine perché dava l’idea di messa a fuoco e l’obiettivo conteneva la ruota dei colori. Vero. Purtroppo questa è un’interpretazione del tutto  personale e anche un po' complicata, e non è detto che abbia lo stesso significato per il pubblico.

Senza buttare l’immagine che ci piace tanto e che abbiamo faticato a trovare, è sufficiente cambiare la disposizione degli oggetti per cambiare  automaticamente il significato grafico. Posizionando l’immagine sopra il titolo, e con l’obiettivo rivolto verso il testo, evidenziamo l’intenzione di messa a fuoco sull’argomento, e con l’uso di lettere colorate, anche l’argomento stesso (slide 2). Lo sguardo infatti tende a seguire la direzione dell’obiettivo e viene subito attratto dal colore.

Tutto qui? Si, ma se poi volete provare anche un piccolo suggerimento di stile, e liberarvi di  quell’antiestetico riquadro bianco che fa da sfondo alla figura, (slide n.1) senza necessariamente ricorrere a un software di ritocco grafico, vi bastano una versione recente di Power Point, ed un paio di click.

Per prima cosa è necessario selezionare l’immagine che si vuole modificare (nell’esempio la macchina fotografica), poi dal menu “formato” della scheda “strumenti immagine”, scegliere “colore” e” imposta colore trasparente”.

Diapositiva2

Ora basta cliccare su un punto qualsiasi dell’area bianca intorno all’immagine, che diventerà subito trasparente, permettendoci di posizionarla in un punto qualsiasi della diapositiva anche sopra  uno sfondo colorato, come nella slide 2.

L’impostazione del colore trasparente sullo sfondo, è particolarmente utile quando si utilizza un logo.

Post più recente Post più vecchio Home page